Francesco Fedele si racconta


Francesco Fedele si racconta

Abbiamo intervistato il nostro Chief Operating Officer:

ff

1. Descrivici la tua figura in AZ InfoCollection

In AZ InfoCollection rivesto il ruolo di COO della business unit del Credit Management, incarico che mi vede responsabile dell’intera area operations. Il mio compito principale è quello di coordinare tra loro tutte le diverse attività che in qualità di Full Credit Servicer la nostra azienda offre, organizzarle al meglio affinché siano sempre ottimizzate e funzionali al nostro business e soprattutto combinarle affinché siano allineate alle esigenze del mercato portando avanti il costante sviluppo di nuovi progetti e soluzioni.


2. Qual è il percorso che ti ha portato fin qui?

Il mio primo approccio al Credit Management, dopo una esperienza nel 2008 nel mondo della finanza strutturata in Martingale Risk Italia, è stato nel Gruppo Bee Consulting, che gestiva una parte del processo di analisi del Rischio Operativo per UniCredit; dopo questa esperienza sono entrato nell’area collection, prima come Credit Specialist in BNP – Findomestic Banca, poi diventando Credit and Collection Manager del Gruppo Intellcredit – Telkom. Dopo tre anni, ho assunto la direzione operativa di una nuova realtà emergente nel settore, UniFinance Management, quindi l’opportunità di fare parte del progetto di AZ InfoCollection, del quale ho da subito intuito il grande potenziale.


3. Il settore dei crediti di sofferenza in Italia è in grosso fermento, cosa ti aspetti accadrà nel prossimo anno?

Il mercato degli NPL è in continua evoluzione; ad Ottobre si è riscontrato un leggero calo delle sofferenze, ma la ripresa economica è ancora troppo debole per poter pensare ad un effetto apprezzabile a breve termine. Il 2016 sarà per il nostro settore un anno altrettanto dinamico; i nuovi player che si stanno affacciando sul mercato e l’auspicata diminuzione del gap tra domanda ed offerta potrebbero favorire una maggiore liquidità. Crescerà il mercato secondario e il tema Bad Bank resta doominante.

4. Come si sta organizzando AZ InfoCollection per rispondere alle nuove sfide?
AZ InfoCollection, anche attraverso la recente fusione tra AZ s.r.l. e Martin & Cooper, ha consolidato e potenziato il proprio posizionamento nel mercato quale primo Full Credit Servicer indipendente operante nei diversi segmenti di asset class. La crescita dimensionale e la consapevolezza di essere pronti a supportare i propri Partner nazionali ed internazionali è valorizzata dai recenti importanti investimenti che hanno dotato il Gruppo di nuove piattaforme tecnologiche e di competenze professionali di alto livello.

5. Quali sono le qualità che cerchi nei tuoi collaboratori per creare un team all’altezza delle richieste del mercato?
Le persone fanno sempre la differenza. Abbiamo la necessità di essere velocemente in grado di settarci sulle esigenze dei Partner, spesso anticipando il mercato. Per questo nel nostro team, oltre a professionalità e competenza, non possono mancare dinamicità e passione. La performance rappresenta il nostro obiettivo ed ognuno dei nostri collaboratori è focalizzato verso il continuo miglioramento dei risultati, con idee e visioni nuove. Siamo una squadra, condividiamo sforzi e successi, e ci sentiamo tutti parte del progetto AZ InfoCollection.

Write a Comment

Certificazioni e Politiche aziendali

 

NORMA UNI EN ISO 9001:2015 CERTIFICATO POLITICA AZIENDALE
NORMA UNI EN ISO 14001:2015 CERTIFICATO POLITICA AZIENDALE
NORMA UNI EN ISO 45001:2018 CERTIFICATO POLITICA AZIENDALE
NORMA UNI CEI EN ISO/IEC 27001:2017 CERTIFICATO POLITICA AZIENDALE
NORMA UNI EN ISO 22301:2019 CERTIFICATO POLITICA AZIENDALE
NORMA UNI ISO 37001:2016 CERTIFICATO POLITICA AZIENDALE